Come avere una pelle da fiaba

20 Marzo 2018 Pubblicato in Bellezza

Le bugie che ci raccontano sulla pelle

Sapevi di avere due carte d’identità?

Il tuo documento e…il tuo viso!

Il viso.

Il nostro principale strumento di riconoscimento.

La parte del corpo che maggiormente ci colpisce quando conosciamo una persona.

Ciò che ci permette di comunicare ed esprimere le nostre emozioni e sensazioni, i nostri stati d’animo e le nostre paure.

Su ogni millimetro della nostra pelle sono nascosti e memorizzati a livello cellulare, il nostro passato e il nostro presente, la nostra storia di vita, fatta di successi e sconfitte, attese e disillusioni.

È importante dunque avere il massimo rispetto per questa parte di noi così visibile e che ci rende vulnerabili verso lo specchio e verso gli altri.

Se hai letto la mia storia potresti esserti identificata, almeno in parte con il mio passato, la mia ricerca continua di trovare un rimedio ad una pelle del viso devastata. In realtà non cercavo un rimedio, ma il bisogno di sentirmi bene con me stessa.

Cercavo sollievo.

Non credi anche tu che sarebbe un sollievo…

fermarsi (finalmente!) e smetterla di cercare la crema giusta, il detergente giusto, la maschera giusta per il tuo viso, per chiudere definitivamente con questi problemi di pelle, che persistono ancora a 30, 35 anni?

risparmiare tutti quei soldi in cerca del rimedio adatto, mirato per te, affinché tu riesca a guardarti allo specchio con serenità?

essere consapevole, che ti stanno guardando per ammirazione, perché sei bella, luminosa e non perché stanno esprimendo nella loro mente (e certi insensibili anche ad alta voce!) commenti sgradevoli o compassionevoli su di te, sulla tua pelle a pezzi?

sentirsi bene con se stesse, toccarsi il viso e sentirlo liscio sotto il tocco della mano?

Anch’io come te ho avuto per lungo tempo, una pelle disastrosa, come quella di un’adolescente.

Solo che non ero adolescente da un pezzo.

Avevo 33 anni, una pelle terribile e una grande solitudine come dama di compagnia.

Si, perché non so tu, ma io venivo emarginata e in parte tendevo anch’io a non aprirmi agli altri, perché mi sentivo brutta.

 

La Verità Era Che… Non Sapevo La Verità

Tutti Mi Avevano Mentito…A Metà!

(Accidenti A Loro!)

Forse anche a te hanno detto che:

Non si può migliorare la pelle da un giorno all’altro, occorre insistere (sì, ma sono passati anni!)

Prova a cambiare fondotinta, forse è quello il problema (ne hai già cambiati due, tre, quattro e li hai presi di buona marca)

Deriva dall’alimentazione, sei tu che mangi porcherie (assolutamente no, anzi ci stai attenta all’alimentazione)

Devi andare da uno specialista*, da uno che ne capisce (il mio dermatologo mi disse: “Signorina, mi sa che non si può fare niente per lei”, dopo avergli detto che il suo detergente non mi dava risultati*).

Per avere una pelle sana devi bere tanta acqua (due litri al giorno bastano o devo allagare il mio organismo?)

E’ la bellezza interiore che conta ed è quella che devi esprimere (quelli che mi dicevano così li avrei strozzati, e tu?)

 Ferma Lì!

Queste Sono Mezze Bugie

(O Mezze Verità Se Preferisci)

 Io sono certa che qualche risultato (anche minimo) tu debba averlo avuto sul tuo viso.

Se hai fatto delle azioni volte al miglioramento della pelle (anche se forse usi, come facevo io, un sacco di fondotinta per coprire le imperfezioni e renderti accettabile agli occhi altrui), ma non credo che qualche risultato sia sufficiente: noi vogliamo toglierci di mezzo questa piaga!

 Diciamo La Prima Verità:

L’Aspetto Esteriore Conta Eccome!

(La Faccia Si Vede, l’Anima No)

Siamo concreti: la bellezza esteriore è importante e non è secondaria alla bellezza interiore.

E te lo dice una che pratica Meditazione, ha fatto Ipnosi Regressiva, Theta Healing, Reiki, The Reconnection e altro ancora.

Non si può pensare di poter prescindere dall’aspetto esterno, che va assolutamente curato e valorizzato.

Se quindi è così importante sentirsi belli, come si fa a non esserlo se non si ha una pelle sana?

Diciamo la Seconda Verità:

Non E’ Solo Una Questione Estetica

(Qui Ne Va Della Tua Autostima)

 “Non sei bella”

“Sei inguardabile”

“Ma chi ti deve prendere con quella faccia?”

“Fai schifo”

Sì, è la voce interiore che parla e a volte ci va giù pesante.

Nel mio caso diceva anche di peggio: “Sei un mostro”.

Parole che in realtà mi erano state dette da un ragazzo tempo addietro (con risata sguaiata al seguito), davanti ai miei “amici” che rimasero in silenzio (carini, vero?).

Addio autostima e…addio amici.

Diciamo la Terza Verità:

Tu Vuoi Risultati Subito!

(E Duraturi, Please!)

Se sei arrivata a leggere quest’articolo fino in fondo, non puoi essere una che si accontenta.

Devi essere una tenace.

Si accontentassero gli altri.

Tu vuoi risultati, senza stare ancora a perdere tempo e buttare soldi e li vuoi permanenti nel tempo.

Tu vuoi una pelle del viso sana, radiosa, in salute.

Tu vuoi poterti guardare allo specchio, senza vergognarti di te stessa.

Tu vuoi sentirti accettata, amata e (ammettilo) ammirata dagli altri.

Solo tre parole: Io Ti Capisco.

Per ricevere la tua Consulenza Benessere Dea Gratuita clicca qui.

“Non preoccuparti se gli altri non ti apprezzano. Preoccupati se tu non apprezzi te stesso” (Confucio).

La tua benessereDEA

*Rivolgiti naturalmente ad uno specialista, nel caso il tuo problema di pelle dipenda da uno squilibrio ormonale o da implicanze psicologiche legate allo stress.

*P.S.: Al mio dermatologo risposi: “Non è che non si può fare niente: è lei che non è in grado”.

Non permettere MAI a nessuno di toglierti la speranza di migliorare te stessa.